Windows 7 Multi-Touch mostrato per la prima volta

da Webmasterpoint

a cura di Marcello Tansini

Dopo le dichiarazioni ufficiali di Microsoft dei giorni scorsi che spiegavano le nuove caratteristiche di Windows 7 che dovrebbe essere rilasciato tra circa 3 anni al grande pubblico, oggi è stata la giornata della prima dimostrazione delle caratteristiche touch-screen che avrà il nuovo sistema operativo Microsoft che si potrà adattare non solo a cellulari o agli Umpc, o ai computer ultraportatili a palmari ma anche agli stessi schermi dei computer tradizionali da scrivania o notebook sempre più indirizzati a interfacce gestibili con semplici tocchi delle dita o delle mani.

A questo punto l’avvento del nuovo Windows 7 multi-touch e i tanti prototipi di schermi, tra cui quelli Surface prodotti da Microsoft tra i quali ultimamente sono stati mostrati anche dei modelli Touch Wall che potrebbero essere venduti al pubblico a qualche centinaio di dollari, si comprende bene come una rivoluzione dei computer così come li conosciamo e li abbiamo utilizzati finora sta per arrivare entro i prossimi 2-3 anni.

Tastiere e mouse, a questo punto, sembrano avere seriamente gli “anni contati” almeno per la gestione dei computer ( poi per scrivere numerosi commentatori sono d’accordo che per il momento non si intravede nessun accesorio migliore della tastiera ) e che finalmente si stia parlando di qualcosa di concreto e non solo di “fantascientifico”.

E la dimostrazione data oggi da Microsoft è stata corredata anche da una serie di video che bene hanno impressionato in Rete,anche se non sono mancate alcune perplessità.

Dalle prime immagini pubblicate da CrunchGear, infatti, che provengono dagli stessi video, sembrerebbe che l’interfaccia si sia adattata alle nuove necessità di interazione senza però rimediare agli errori di design presenti in Vista, riproponendo trasparenze, effetti eccessivi, colori e ingombranti menu.Ma ci sono ancora almeno 3 anni per rimediare e si tratta di una primissima demo.

Chris Flores, Director del Windows Client Communications Team, ha pubblicato un commento dedicato alla dimostrazione fatta da Microsoft, la prima demo pubblica che riguarda direttamente Windows 7.

Flores scrive: “La funzione Touch sta diventando rapidamente un modo comune di interagire direttamente con software e dispositivi. Le superfici Touch-enabled stanno spuntando ovunque ed includono touch pad per portatili, telefoni cellulari, telecomandi, dispositivi GPS, e altro. Quello che diventa ancora più interessante è quando questa esperienza viene offerta sul PC, su una vasta gamma di portatili Windows, in PC all-in-one o anche su monitor esterni. Nel lavoro con il nostro vasto ecosistema di produttori hardware e software, siamo entusiasti di star mostrando parte dell’ottimo lavoro e degli investimenti su cui lavoriamo in Windows 7. Stanotte, durante la conferenza D:All Things Digital di quest’anno, Julie Larson-Green ha mostrato a Walt Mossberg come alcune delle innovazioni nel multi-touch inizialmente anticipate in Surface andranno infine a potenziare la prossima versione di Windows”.

All’inizio dell’articolo abiamo parlato di come Microsoft, dopo tante voci,abbiamo voluto mettere un pò di chiarezza sul futuro di Windows Vista e soprattutto sul nuovo sistema operativo Windows 7.

Tra le affermazioni, una delle più interessanti è senza dubbio il fatto che Windows 7 sarà una major release di Windows Vista e quindi non un sistema operativo completamente riporogettato da zero con un nuovo kernel come era trapelato da alcune voci.

Il kernel verrà, probabilmente rivisto in alcune parti della sua architettura per renderlo più agile e veloce e funzionante con cellulari e UMPC, ma continueràa funzionerà anche con lo hardware compatibile con Windows Vista ( anche se per sfruttarae alcune nuove funzioni come il multi-touch si dovrà per forza cambiare computer ).

Annunci

Windows 7 screen grabs look better than they sound

da CrunchGear

16

So Microsoft’s Sinofsky had a pretty good dance with CNET about Windows 7, really not saying much of anything. But a picture’s worth a thousand words, right? Howzabout a ton of pics?

We can confirm these are indeed screen shots of the current build of Windows 7 as it will be introduced in 2010, but keep in mind that’s three years away and many changes might be made. We’re hoping it’s better than Vista.

Click the jump for lots of screen grab goodness.

[UPDATE] A Microsoft rep has pointed out that these are older versions of the concept renderings for Windows 7 and, as stated above, not likely what we’ll see when it’s released in 2010. In other Windows 7 UI news, the latest version will be demoed later tonight at the All Things D conference. It’ll be interesting to see how close to these older renderings it turns out to be.

67810234 15download151312111817

Embedding Youtube HD

da InsideOnlineVideo

In November, YouTube announced plans for HD. They’re now testing it in some of their videos. Add &fmt=18 to the end of a YouTube video page URL to see if an HD version is available. Ergo this:

http://www.youtube.com/watch?v=CQzUsTFqtW0

…becomes this:

http://www.youtube.com/watch?v=CQzUsTFqtW0&fmt=18

If an HD version isn’t available yet, the regular version will play.To get an HD embed, add &ap=%2526fmt%3D18 to each of the two instances of the video URL in the code. Ergo this:

<object width=”425″ height=”355″> <param name=”movie” value=”http://www.youtube.com/v/CQzUsTFqtW0″></param&gt; <param name=”wmode” value=”transparent”></param><embed src=”http://www.youtube.com/v/CQzUsTFqtW0&#8243; type=”application/x-shockwave-flash” wmode=”transparent” width=”425″ height=”355″></embed></object>

…becomes this

<object width=”425″ height=”355″> <param name=”movie” value=”http://www.youtube.com/v/CQzUsTFqtW0&ap=%2526fmt%3D18″></param&gt; <param name=”wmode” value=”transparent”></param><embed src=”http://www.youtube.com/v/CQzUsTFqtW0&ap=%2526fmt%3D18&#8243; type=”application/x-shockwave-flash” wmode=”transparent” width=”425″ height=”355″></embed></object>

 

The Skateboarding Dog demonstrates below.

Regular:

HD

Come bloccare l’installazione di Windows XP SP3 e Windows Vista SP1

da Geekissimo

Molti utenti Windows hanno incontrato problemi durante e in seguito all’installazione dei due service pack da poco rilasciati per Windows Vista (SP1) e Windows Xp (SP3).
Entrambi gli SP verranno automaticamente installati entro quest’anno in quei computer che hanno attivo l’aggiornamento automatico, e questo può rivelarsi un inconveniente non di poco conto ad esempio per i computer che fanno parte di una rete aziendale e che non possono smettere di lavorare per problemi di incompatibilità con gli aggiornamenti.

Una soluzione, anche abbastanza ovvia, sembrerebbe essere la disattivazione degli aggiornamenti automatici, tuttavia molti utenti più esperti preferiscono utilizzare un altro modo, che elimina definitivamente la possibilità che il Service Pack venga installato sul computer.
Si tratta di aggiungere una chiave all’interno del registro di sistema in grado di prevenire l’installazione delWindows XP Service Pack 3” e “Windows Vista Service Pack 1” per 12 mesi, un procedimento che richiede pochi secondi e mette al sicuro per un anno.

 

Dal menù start, esegui, digitate regedit e premete invio.
Nel registro di sistema sfogliate il contenuto fino ad arrivare alla sezione HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Policies\Microsoft\Windows\WindowsUpdate.
Qui crate una nuova chiave DWORD chiamata DoNotAllowSP e impostate ad “1″ il suo valore.

Se volete evitare questo passaggio, create un file con il blocco note ed inserite al suo interno il seguente codice:

Windows Registry Editor Version 5.00
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Policies\Microsoft\Windows\WindowsUpdate]
“DoNotAllowSP”=dword:00000001

Salvatelo con estensione *.reg e apritelo con il doppio click per aggiungere la chiave al registro.
Il blocco può essere rimosso o cancellando la chiave definitivamente o impostando a “0″ il suo valore.

Via | gHacks

I migliori 5 software per il DVD ripping per WIN e MAC

da Geekissimo

DVDShrink

Tutti ricordiamo i problemi che avevamo un po’ di anni fa con le VHS o più comunemente chiamate videocassette. Il VHS dopo un po’ di tempo perde qualità, il nastro si rovina o semplicemente si sporca. Questi problemi non pensate che con i DVD siano spariti. Sono ancora presenti, in alcuni casi molto attuali. Al Cd basta un piccolo graffio, oppure una macchiolina per perdere tutto il contenuto. Certo esistono strumenti per rimuovere i graffi, ma in alcuni casi è impossibile.

La migliore la soluzione quindi, diventa quella di fare un backup di tutti i DVD che avete in poco tempo e molto ma molto facilmente. Ricordatevi, senza spendere nulla.

Noi di Geekissimo, oggi vi presentiamo una lista dei Migliori 5 Software per fare Backup di qualsiasi DVD. Quasi tutti programmi funzionano sia su sistemi Windows sia su sistemi MAC.

Ecco la lista:

  1. DVD Shrink (Windows 9x/2000/XP): Il progetto di questo programma è stato abbandonato un po’ di tempo fa, ma resta comunque un ottimo programma per il Backup di qualsiasi tipo di DVD. Garantisce il Backup di DVD da 8 da 4 Giga.
  2. HandBrake (Windows, MacOS and Linux): Questo programma multi piattaforma, rende il backup di un DVD un gioco da Bambini. E’ possibile convertire il DVD in formati diversi tra cui: PSP, iPod, PS3 e AppleTV.
  3. DVDFab HD Decrypter: Questo Software permette il backup dei DVD anche se protetti. Riesce, infatti, a decifrare le protezioni CSS, RC, RCE, APS, UOPs. E’ in grado anche di Backuppare HD DVD e Blu-ray Disc.
  4. MacTheRipper (Mac OS X): Il software è per tutti i possessori di un MAC. Il programma permette il Backup di tutti i tipi di DVD, anche protetti. Una volta finito il Backup è possibile convertire il video, oppure masterizzarlo su altro DVD.
  5. DVD Decrypter (Windows): Molto simile ai primi due elencati, il programma permette il Backup del DVD in poco tempo. Veramente un ottimo programma.

Ricordatevi che la copia e poi la rivendita di DVD coperti da diritti d’autore, sono vietate dalla legge italiana.

Via | WorldTvPC