Come rimuovere il Centro notifiche di Windows 10

COME RIMUOVERE IL CENTRO NOTIFICHE

Per rimuovere il Centro Notifiche in Windows 10 basta seguire la seguente procedura:

  1. Digitate nel box di ricerca regedit.
  2. Alla richiesta di Controllo dell’account utente cliccare su .
  3. Navigate fino a HKEY_CURRENT_USER\SOFTWARE\Policies\Microsoft\Windows\Explorer.
    Se la cartella Explorer non dovesse esser presente, cliccate con il tasto destro del mouse sulla cartella Windows e selezionate Nuovo > Chiave.
  4. Aggiungete una nuova DWORD 32-bit e chiamatela DisableNotificationCenter.
  5. Nel campo Dati valore impostate 1.
  6. Salvate, chiudete e riavviate il PC.

CentroNotifiche1

Scaricare 14 Gadget In Trasparenza Per Windows 7

da Ziogeek

Grazie a gersma di DeviantArt, ho scoperto oggi uno straordinario pacchetto composto da 14 glass gadget per Windows 7 / Vista. Una vera chicca per gli appassionati di desktop modding, ma di chiunque voglia tenere in ordine il desktop o possedere un pc all’avanguardia.

14 fantastici Glass Gadget per Windows 7

Il pack di gadget trasparenti si chiama Chameleon Glass ed è giunto alla versione 1.4 (disponibile in lingua inglese e tedesca). Si tratta di gadget molto accattivanti e migliorati in quest’ultima versione, grazie all’eliminazione di numerosi bug e alla riduzione notevole delle risorse computazionali utilizzate.

Il file pesa complessivamente meno di 15 mb ed è in formato .7zip (anche WinRAR è in grado di gestire questo formato). I gadget sono situati nell’omonima cartella all’interno del file compresso e sono nel formato .gadget. E’ sufficiente aprirli con il doppio click per poterli installare (ovviamente solo su Windows).

Tra i gadget troviamo il meteo, la radio, vari servizi di statistiche e controllo risorse (CPU, rete, info sul pc), ma anche note, orologio, calendario e cestino. Non dovrebbe essere necessario possedere l’interfaccia Aero per utilizzarli, ma non ho effettuato nessun test a riguardo e perciò non ho la certezza.

Sono infine presenti gadget per il controllo di email e disk usage (analisi dei dischi fissi, spazio occupato etc). Per scaricare il pacchetto dovete semplicemente seguire il link qua sotto:

Download | Chameleon Glass (14 gadget in trasparenza per Vista/7) – Copyright (C) 2010 gersma

Come Ridimensionare Immagini Dal Menu Contestuale In Windows

da Ziogeek

Può capitarvi di voler ridimensionare un lotto di fotografie o immagini per diminuirne il peso occupato ed inviarle via e-mail. Come fare il tutto in modo veloce e indolore?

Le soluzioni potrebbero essere più di una. Potreste aprire Adobe Photoshop o Gimp e ridimensionare ciascuna fotografia ma il processo risulterebbe noioso oltre a una perdita di tempo non indifferente.

Ecco come ridimensionare le immagini con il menù contestuale di Windows

Per fortuna esistono dei piccoli programmi aggiuntivi sviluppati per Microsoft chiamati “Powertoy” che una volta istallati si aggiungono al menù contestuale (quello richiamabile facendo click destro su un file) e arricchiscono Windows di nuove funzionalità.

Il powertoy si chiama ” Image Resizer” e funziona in tutte le versioni di Windows compreso ovviamente Seven; Per i possessori di Windows Xp bisogna  scaricarlo  a questa pagina mentre per tutte le altre versioni di Windows come Vista o Seven a questa pagina.

Come funziona?

Una volta istallato, comparirà  una nuova voce nel  menu contestuale chiamata “Resize Pictures“. Quindi, quando si fa click destro su un’ immagine o una fotografia basterà fare clic su questa nuova voce e comparirà una piccola e  semplice finestra di dialogo .

In modalità Basic, potete scegliere una delle quattro risoluzioni preimpostate: small, medium. large, mobile device.

Se fate click sul pulsante “Advanced”  avete la possibilità di specificare una risoluzione personalizzata, attraverso il comando “costum”. Per comodità conviene spuntare la voce ” don’t create copies” in modo tale che alla fine del processo le modifiche scelte vengano subito sovrascritte alla foto selezionata senza creare una copia modificata.

Il fatto fenomenale è la possibilità di selezionare più immagini o foto e ridimensionarle tutte contemporaneamente. Un’altro fattore positivo che sicuramente noterete è la velocità con cui le foto vengono ridimensionate, pressochè istantanea.

Con questa utile plug-in per windows sarete quindi in grado di ridurre il peso di una fotografia da 4 mb a qualche kb  in pochi click, riducendone la risoluzione.

Creare Video Accelerati da Immagini jpeg: Con PhotoLapse

da ZioGeek

La tecnica del TimeLapse è una tecnica fotografia che consiste nello scattare una sequenza di foto ad intervalli regolari e poi montarle assieme in un video in modo che la scena sembri accelerata.

Crea Video da una sequenza di foto

Alcuni esempi di video Timelaps, con frame accelerati  li trovi in questo post intitotalato “l’arte dello Slowmotion“(gli ultimi 2 video).

Anche noi possiamo cimentarci in questa tecnica o semplicemente utilizzare il programmino che vedremmo tra poco,  per creare un video da una sequenza di immagini in modo semplice e veloce senza l’utilizzo di software di editing come Windows Movie maker.

Il programma freeware e portable (no istall.) si chiama PhotoLapse e pesa appena 152kb. L’interfaccia è semplicissima e in poche mosse saremmo in grado di creare un video .avi da una sequenza di foto jpeg.

Con passi successivi è possibile creare una Gif animata come questa

Abbiamo bisogno di una comunissima webcam o fotocamera digitale compatta. Dopo avere scattato immagini ad intervalli regolari (es: ogni 5 minuti) con l’ausilio di un treppiede o un supporto per tenere il dispositivo fermo, dobbiamo caricare le foto scattate nel programma.

Per farlo basta selezionare la cartella del vostro Pc, contenente le fotografie, dal menù nella colonna a sinistra del software. Una volta evidenziata cliccate sul bottone “Load files from current folder” in modo da importare le immagine nella sezione in basso.

Impostate un FPS (frame per secondo) desiderato. il valore va da un minimo di 1 (1 foto ogni secondo) a un massimo di 30 (30 foto ogni secondo). Infine sul pulsante “create Movie

Piaciuto?

Sempre a partire da una sequenza di immagini è possibile creare spettacolari foto panoramiche.

Subtitles, ricercare velocemente i sottotitoli disponibili per un file video direttamente dal menu contestuale di Windows

da Geekissimo

Tutti coloro che si ritrovano a guardare, direttamente dal proprio PC, file video di varia tipologia, sono soliti ricorrere, nella maggior parte dei casi, all’utilizzo dei sottotitoli, particolarmente utili quando il contenuto visuale oggetto dell’attenzione non presenta una qualità audio ottimale o, ancora, quando la lingua utilizzata non corrisponde a quella parlata dall’utente.

Considerando dunque la grande utilità offerta dall’utilizzo dei sottotitoli nelle più svariate circostanze, uno strumento quale Subtitles potrebbe dunque rivelarsi particolarmente utile al fine di velocizzare e facilitare di gran lunga l’esecuzione dell’operazione in questione.

Subtitles costituisce infatti uno strumento totalmente gratuito e specifico per OS di casa Redmond che, agendo in maniera piuttosto efficace ma, al contempo, semplice, pone come obiettivo quello di permettere di cercare rapidamente i sottotitoli d’interesse direttamente dal menu contestuale di Windows, analogamente a quanto illustrato in immagine.

Il funzionamento del programmino risulta abbastanza pratico ed intuitivo poiché, una volta applicato al sistema, tutto ciò che dovremo fare non sarà altro che selezionare il file video d’interesse con il tasto destro del mouse, scegliere la voce Look for Subtitles dal menu visualizzato ed attendere dunque l’apertura di un ulteriore menu indicante le molteplici lingue alle quali è possibili attingere per la visualizzazione dei sottotitoli.

Dopo aver selezionato la lingua d’interesse il programmino inzierà ad agire ricercando i sottotitoli disponibili direttamente online, consentendo dunque di scaricare facilmente esattamente tutto quanto occorre.

Qualora poi Subtitles non dovesse fornire alcun risultato valido, sarà possibile sfruttare direttamente l’interfaccia web in modo tale da poter affinare ancor di più l’esito della ricerca.

Ridimensionare Automaticamente Gruppi di Foto: Con Fotosizer

da ZioGeek

Se vi trovate  nella necessità di dover periodicamente ridimensionare una gran quantità di immagini sarete interessati a una procedura automatizzata.

Alcuni casi tipici: se sei un webmaster ridimensionare una qualsiasi immagine è un’operazione consigliata,  per occupare meno spazio possibile nel tuo host.

Se invece hai molte foto e vorresti inviarle via email ad un tuo amico, puoi trovare utile una procedura di ridimensionamento automattizzata che in un attimo ridimensioni tutte le foto interessate, pronte epr essere spedite.

Con questa procedura  una fotografia da 3 MB può arrivare ad occupare anche soli 300 Kb ad una risoluzione comunque elevata di 800*600 Pixel, senza compromettere la qualità dei pixel in modo percettibile.

Fotosizer è un software freeware che consente di ridimensionare automaticamente gruppi di foto o immagini digitali. L’interfaccia è spartana ma ci permette di risparmiare tempo con pochi semplici passaggi.

Le foto possono essere trascinate nella sezione centrale o  aggiunte utilizzando il pulsante  ’aggiungi cartella” o “aggiungi immagine singola“. Il passaggio successivo consiste nell’operazione di ridimensionamento.

Per non comprimere eccessivamente ed avere ottimi risultati consiglio di ridimensionare in percentuale con i valori 50 e 50. E’ possibile effettuare ulteriori modifiche ma non essenziali. Una volta terminata la configurazione basterà premere il pulsante “start“.

Il software provvederà a ridimensionare tutte le foto selezionate. Ottima utility:)

Se invece non vuoi istallare nulla e utilizzi photoshop leggi come ridimensionare una foto e ridurne il peso

Embedding video da Facebook

Ecco un sistema per inserire i video di Facebook nel proprio sito o blog: è sufficiente sostituire i caratteri XXXX con l’indirizzo ID del video scelto e, eventualmente, modificarne le dimensioni.

E’ sempre auspicabile, naturalmente, citare l’autore del video per correttezza di copyright.

<object classid=”clsid:d27cdb6e-ae6d-11cf-96b8-444553540000″ width=”510″ height=”400″ codebase=”http://download.macromedia.com/pub/shockwave/cabs/flash/swflash.cab#version=6,0,40,0″><param name=”allowfullscreen” value=”true” /><param name=”allowscriptaccess” value=”always” /><param name=”src” value=”http://www.facebook.com/v/1486721572586&#8243; /><embed type=”application/x-shockwave-flash” width=”510″ height=”400″ src=”http://www.facebook.com/v/1486721572586&#8243; allowscriptaccess=”always” allowfullscreen=”true”></embed></object>

DiffDir, confrontare e sincronizzare facilmente le directory in Windows

da Geekissimo

Destreggiarsi abilmente tra le cartelle presenti sul proprio PC di certo non va a configurarsi come un operazione facilmente eseguibile, in particolare quando, ad esempio, le directory in questione vanno a contenere una molteplice quantità di file.

Dunque, al fine di una migliore gestione ed organizzazione di quelle che sono le cartelle ed i relativi contenuti presenti sulla postazione multimediale in uso, si potrebbe considerare l’idea di ricorrere all’impiego di un pratico strumento, tanto semplice quanto efficiente, mediante cui confrontare e, eventualmente, sincronizzare le diverse directory ed il relativo contenuto.

Lo strumento in questione è DiffDir, un applicativo completamente gratuito e desinato all’utilizzo specifico su OS di casa Windows, il cui scopo consiste giust’appunto nel permettere di eseguire esattamente quanto appena accennato così da poter visualizzare le differenze tra i contenuti delle cartelle prendendo in esame quello che è il testo dei file e basandosi, tra le altre cose, su MD5.

Sfruttando questo pratico programmino sarà dunque possibile visualizzare le differenze tra una cartella e l’altra avendo la possibilità di prendere nota di tutto quanto concerne le dimensioni dei file in esse contenuti, le date in cui sono stati eseguiti eventuali cambiamenti e il contenuto di un dato file.

Il tool, presentando un interfaccia utente minimale e di facile comprensione, oltre a permettere di effettuare facilmente il confronto tra varie directory, ovviamene selezionabili manualmente dall’utente stesso, consentirà inoltre, come già accennato, anche di eseguire facilmente operazioni di sincronizzazione, offrendo però la possibilità di copiare solo ed esclusivamente i file manchevoli in una data cartella in modo tale da smaltire e velocizzare di gran lunga l’operazione in questione.

Potete eseguire il download diretto di DiffDir cliccando sul link indicato nel post o, in alternativa, è possibile visionare la pagina ufficiale del software cliccando qui.

Installare Ubuntu 10.04 , Ecco Delle Alternative

da ZioGeek

Ubuntu 10.04 è il nuovo sistema operativo Linux che sta facendo impazzire tantissimi utenti in tutto il mondo. Una delle cose migliori è quella che è possibile installarlo su qualsiasi macchina, dato che la maggior parte dei computer lo eseguono. Se stai cercando di installare Ubuntu in circostanze insolite, allora vediamo delle alternative per installare Ubuntu.

Alternative per installare Ubuntu

Installazione da USB. Il miglior strumento di lavoro in questo caso è UNetbootin, che permette di avere una grande varietà di Live CD nella nostra penna USB. Basta fare il boot da chiavetta USB e si dovrebbe essere pronti per partire.

Se vuoi installare Ubuntu sul tuo Mac, ecco come fare. Gli utenti Mac sono spesso esitanti sull’installazione di Ubuntu sul proprio sistema, dato che software proprietario Apple, Boot Camp, non supporta ufficialmente Linux, e molte delle guide per usare Ubuntu sono veramente complicate.

Per installare Linux su Mac bisogna usare rEFIt, un boot loader alternativo per Mac, molto più amichevole di BootCamp.

Installazione da disco USB. Se vuoi una versione portatile di Ubuntu allora puoi avere varie alternative, come LiveUSBCreator. In alternativa, puoi avviare il CD di installazione di Ubuntu ed installare il sistema operativo sul disco USB invece che sull’hard disk del computer.

Installazione con VMWare. VMWare consente di installare Ubuntu su qualsiasi unità. Bisogna creare una nuova macchina virtuale, ma invece di creare un disco virtuale VMWare bisogna far scrivere il sistema operativo direttamente su una unità fisica, come il disco secondario del  computer o una chiavetta USB.