Come installare Windows XP in un PC con Vista

da Geekissimo

winxp-vs-winvistaOggi, tramite il software free di nome EasyBCD vedremo come installare Windows XP su un sistema con Windows Vista.

La versione aggiornata del programma, ormai giunto alla 1.7.2 è reperibile da qui.

Iniziamo:

  • Sembrerà banale dirlo, ma come prima operazione da effettuare sarà quella di backup dell’hard disk;
  • Ora, altro passo da compiere è il ridimensionamento della partizione attualmente utilizzata per Vista per far spazio a quella dove in futuro, verrà installato XP;
  • Procediamo con StartPannello di controlloStrumenti di amministrazione ed infine su Gestione computer.
  • Cliccando sulla voce Gestione disco, verrà rappresentata graficamente la struttura del disco fisso in uso indicando spazio occupato e non. Selezionare la partizione interessata, tasto destro del mouse e pigiamo su Riduci volume…
  • Dopo alcuni secondi di attesa si dovrà specificare di quanti MB si desidera ridurre le dimensioni della partizione occupata da Vista;
  • Una volta che la partizione di Vista verrà ridimensionata e quella di XP resa disponibile con la relativa unità e lo spazio non allocato, si dovrà procedere a creare la partizione vera e propria cliccando su Crea nuovo volume.
  • Bene, ora riavviamo il sistema, riaccediamo a Windows Vista ed entriamo dentro Computer; selezioniamo la partizione creata in precedenza – tasto destro – Proprietà e modifichiamo l’etichetta in modo da inserire un nome per la partizione creata.
  • Applichiamo le modifiche e riavviamo nuovamente il sistema. Inseriamo il CD di Windows XP ( avendo premura di attivare come first boot il CD ) e procediamo con l’installazione.

Al termine di essa ovviamente partirà, solo ed esclusivamente Windows XP. Per ovviare a questa problematica ci viene in aiuto il programma EasyBCD.

Eseguendo il programma, verrà mostrato il messaggio EasyBCD has detected that your BCD boot data and MBR are either not from the latest version of Windows Vista, or don’t yet exist. EasyBCD, insomma, avverte l’utente circa l’assenza delle informazioni nel Master Boot Record (MBR) del disco che consentono l’avvio di Windows Vista. Per risolvere la situazione, è necessario cliccare sul pulsante .

EasyBCD si preoccuperà ora di verificare la directory /windows/boot di Windows Vista che ospita i file essenziali a ricostruire il bootloader corretto.
Una volta appunto, effettuata questa scansione ed individuata la parte interessata, non ci resta che cliccare su Add/Remove entries, scegliere Windows NT/2k/XP/2k3 dal menù a tendina Type, assegnare un’etichetta ( Name ) e specificare la partizione corrispondente ( D: – E: dipende da quello che è stato assegnato dal sistema in precedenza ).

Ecco una semplice ed esaustiva guida su come installare Windows XP senza danneggiare la parte esistente di Windows Vista. Si consiglia caldamente di fare attenzione a questa procedura seppur semplice ma delicata. L’avvio del sistema è importante, i nostri file all’interno ancora di più.

Come trasformare Windows XP Home in Professional ed abilitare il servizio di desktop remoto

da Geekissimo

Anche chi non è definibile propriamente come un geek sa benissimo che, tra una versione e l’altra di uno stesso sistema Microsoft vi sono svariate differenze per quanto riguarda le funzionalità. Per fare un discorso molto semplicistico, potremmo dire che le versioni più costose contengono funzioni aggiuntive – a volte non troppo utili alla comune utenza casalinga – mentre quelle più economiche (ovvero le home edition in tutte le loro sfaccettature) integrano solo le funzioni più basilari e di comune utilizzo, adatte ai PC che non devono essere sfruttati in ambiti lavorativi avanzati.

Questo discorso vale ovviamente anche per Windows XP Home e Windows XP Professional, caratterizzati dalla presenza o meno di alcune funzioni, talune davvero interessanti anche per chi non ha a che fare con complicati ambienti di lavoro. Esempio più lampante è il servizio di desktop remoto, utile appunto a manovrare un PC da remoto ed ideale per pronte assistenze in caso di problemi.

Bene, e se vi dicessimo che in modo del tutto gratuito ed in pochissimi minuti è possibile trasformare Windows XP Home in Professional ed abilitare il servizio di desktop remoto? Se non ci credete, provate a seguire questo semplicissimo tutorial che abbiamo confezionato per voi:

  1. Andare in start > esegui…;
  2. Digitare regedit e premere il tasto Invio;
  3. Recarsi in HKEY_LOCAL_MACHINE/SYSTEM/ControlSet00X/Control/ProductOptions, dove ControlSet00X sta per quello con il numero più alto (ad esempio ControlSet003);
  4. Cancellare la chiave ProductSuite;
  5. Creare un nuovo valore DWORD e chiamarlo Brand;
  6. Assicurarsi che il valore di Brand sia 0;
  7. Riavviare il PC;
  8. Premere il tasto F8 prima che compaia la schermata di boot di Windows;
  9. Scegliere la voce per avviare il computer utilizzando l’ultima configurazione sicuramente funzionante.

Adesso è possibile quindi passare all’installazione del servizio di desktop remoto in quello che è diventato Windows XP Professional:

  1. Scaricare Devcon;
  2. Aprire il file scaricato con un qualsiasi software per la gestione degli archivi (es: WinRAR);
  3. Scompattare il file i386/devcon.exe in C:\Windows\System32 (mentre se si utilizza un sistema a 64 bit bisogna estrarre nel medesimo percorso il file ia64/devcon.exe);
  4. Aprire il prompt dei comandi;
  5. Digitare devcon.exe -r install %windir%\inf\machine.inf root\rdpdr e premere il tasto Invio;
  6. Riavviare il PC;
  7. Scaricare ed eseguire questo script;
  8. Riavviare il PC;
  9. Andare in start > esegui…;
  10. Digitare services.msc e premere il tasto Invio;
  11. Accertarsi che il servizio Terminal sia avviato, altrimenti renderlo attivo in maniera manuale.

Arrivati a questo punto, dovrebbe essere completato in maniera corretta il processo che porta a trasformare Windows XP Home in Professional ed abilitare il servizio di desktop remoto. Qualora riscontraste un login automatico dell’amministratore nel sistema (quindi senza che quest’ultimo debba digitare preventivamente la propria password), potete facilmente risolvere anche questa situazione procedendo in questo modo:

  1. Andare in start > esegui…;
  2. Digitare regedit e premere il tasto Invio;
  3. Recarsi in HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Winlogon;
  4. Cambiare il valore di AutoAdminLogin in 0.

Via | Tip and Trick

Vista Transformation Pack 8.0 – Trasformare Windows Xp in Windows Vista

Da Geekissimo

A distanza di quasi 5 mesi, voglio segnalare l’uscita del nuovissimo Vista Transformation Pack 8.0, il famoso tema per trasformare Windows Xp in Windows Vista. Si tratta di un vero e proprio software gratuito che andrà a cambiare in automatico la veste grafica del vostro pc rendendolo uguale al nuovo Windows Vista. Tra le novità più interessanti confronto a Vista Transformation Pack 7.0 è l’introduzione del famoso Flip3D per visualizzare le finestre attive.

Inoltre sono stati fixati i problemi della vecchia edizione e ottimizzato le performance, ora risulta ancora più veloce. Come sempre, prima di installare questo genere di programmi consiglio di creare un punto di ripristino, così in caso di problemi si fa sempre in tempo a tornare indietro. Ecco a voi tutti i cambiamenti del Vista Transformation Pack 8.0:

-Added CPU Speed information in Welcome Center
-Added saving setup information file to save setup configuration for later uses with unattended transformation support
-Added installation background
-Added “System optimized” in Setup Configuration to configure the user account corresponding to machine’s spec
-Added TrueTransparency 0.8.5 (Glass border with ported AeroStyle skin)
-Added WinFlip 0.42 (Vista 3DFlip)
-Fixed KB925902 hotfix issues with file processing animation
-Fixed Media Center program execution error
-Fixed rebuilding icon cache bug on non-current users during the processes
-Fixed Styler’s installation checking bug (always set toolbar to styler mode when possible)
-Fixed failing to apply Vista screensaver
-Fixed program name in Add/Remove Programs
-Fixed subscribing Windows X’s shrine to be default homepage bug in Welcome Center
-Fixed visualtooltip’s advanced configuration bug
-Fixed WindowBlinds 6 skin installation compatibility
-Moved hotfix warning to user guide file to prevent confusion
-Re-arranged welcome dialog for richer information
-Replaced Extras in Welcome Center with Community link to forum
-Removed configuring user account’s status report
-Removed obsolete dialogs (WindowBlinds warning, Before transformation, Donation, FAQ and Q&A)
-Removed Vista Live Messenger 8.1 skin
-Updated Setup Configuration in Welcome Center to cover on everything
-Updated setup transformation to pre-configure current user account before finishing the transformation
-Updated theming engine configuration
-Updated Vista Sidebar to version 2.3 Lite
-Updated Vista Sidebar user account configuration in Welcome Center
-Updated ViStart to build 2661
-Updated ViOrb to version 2.0
-Updated VisualTooltip to version 2.2
-Updated Welcome Center to pre-configure user account with system optimized option on the first run in that user account

Download | Vista Transformation Pack 8.0

Windows XP Live (da Gekkissimo)

Una delle funzioni più comode, integrata in molte distro Linux, è sicuramente quella che permette di avviare tramite CD/DVD il sistema operativo senza installare niente sul proprio computer.

Questa modalità chiamata appunto Live, risulta molto comoda quando, per una ragione o l’altra, ci è impedito l’accesso al sistema in modo tradizionale e rischiamo di perdere i nostri preziosi dati.

Oggi vedremo insieme come creare una versione Live di Windows XP, includendo tutti i programmi e le personalizzazioni che desideriamo. Il risultato è sorprendente, ma prima di metterci all’opera vediamo di cosa abbiamo bisogno:

Bart PEbuilder

– Un qualsiasi software di masterizzazione (anche uno gratuito come InfraRecorder)

– Un CD avviabile di Windows XP

– Alcuni plug-in per PEbuilder per personalizzare il sistema

PASSO 1: Scaricate ed installate Bart PEbuilder. Utilizzatelo e, una volta terminata l’aggiunta dei programmi che più preferite, procedete con la creazione del file ISO.

PASSO 2: Nel caso in cui vogliate personalizzare lo sfondo del desktop della vostra versione live di Windows XP, recatevi nella cartella in cui avete installato Bart PEbuilder e sostituite il file bartpe.bmp rinominando così un file bmp che volete come wallpaper.

PASSO 3: Scaricate il plug-in XPE, ovvero la GUI per il live CD che permetterà di visualizzare la taskbar ed il tasto start. E’ possibile inoltre scaricare altri plug-in (ovvero applicazioni) sia gratuiti che a pagamento da questo sito.

PASSO 4: Una volta scaricati tutti i programmi che desiderate, aprite PEbuider e specificate la destinazione relativa al CD avviabile di Windows XP da copiare su hard disk.

PASSO 5: Cliccate su Plugins ed aggiungete tutti i plug-in scaricati. Ricordate di disabilitare le voci nu2shell e startup group dalla lista dei plug-in, in quanto abbiamo aggiunto XPE.

PASSO 6: Specificate il file ISO e cliccate su Build ed il programma integrerà i plug-in e creerà un file ISO.

PASSO 7: Masterizzate l’immagine (ovvero il file ISO) creata, con il vostro software di masterizzazione preferito ed il gioco è fatto!

Fonte: Instant Fundas, Gekkissimo