Integriamo il Service pack 1 sul DVD di Windows Vista con vLite – Upd 2

da BlogVista

Disclaimer: Ho letto di una guida passo passo, testuale, su Geekisismo che poi l’ha presa da un altro sito, allora mi sono detto: beh: vLite lo so usare anche io e ’sta procedura è identica per tutti, e così ho creato questa guida corredata da comodi screenshot per voi ! Enjoy!

Sappiate che questa guida è alla portata di qualsiasi utente, purche sappia di cosa stiamo parlando. Come sempre le domande eventualmente poste nei commenti riceveranno risposta direttamente aggiornando questo stesso articolo. Non esistate a porle, aiuterete anche altri.

Cercheremo di creare un DVD di installazione di Vista con già integrato il Service Pack 1, il che ora che c’è vLite è una vera passeggiata. Occorre solo leggere poche righe seguenti e qualche oretta del vostro tempo (direi un paio, compresa la verifica)

Nota 1: Il nostro lettore ‘Senato’ ci ricorda che “Microsoft ha raccomandato di non provare a integrare il service pack 1, potreste incorrere in problemi con i futuri aggiornamenti”. Aggiungo solo che per la precisione MS ha detto di integrare il Sp1 solo su immagini WIM tramite revere integration. Il lavoro svolto da vLite è concettualmente molto diverso ma il risultato non cambia. Certo che sarà il tempo a dirci se è perfetto al 100% come io sono convinto che sia

Fase 1 – Integrazione

Materiale Occorrente:

  • DVD di Windows vista “Gold” (Ovvero senza service pack ne alcuna modifica, ma proprio nessuna, non sognatevi di eseguire questa procedura su un DVD già passato fra le grinfie di vLite, mi raccomando…)
  • vLite 1.6 RC
  • Service Pack standalone da 36 lingue (sono 544 MB !)
  • Caffè abbondante (opzionale)

Scaricate ed installate vLite 1.6 RC

Nota 2: il nostro lettore Brusadel testimonia qunato segue “fatto, è andato tutto a buon fine, l’iso l’ha creata, l’ho installato su una macchina virtuale e funziona, e fa anche gli aggiornamenti. adesso lo metterò anche sulla macchina reale.

Inoltre ci avvisa di una cosa che personalmente non conoscevo, grazie ! “p.s. l’unica cosa è che vLite va eseguito da Vista, altrimenti da XP crasha, difatti qua al lavoro ho dovuto creare una macchina virtuale con vista e creare l’immgine da li :-P” 

Inserite il DVD di Vista nel vostro lettore DVD

Create sul disco fisso (in una unità dove ci siano almeno 10 GIGA liberi . . . ) una cartella vuota, per esempio E:\DVD_VISTA

Avviate vLite e dal menù Language scegliete Italian, se ancora non lo avete fatto. (Come sempre cliccando sulle immagini potrete vederle ingrandite, quindi cliccate sul tasto ‘Indietro’ del browser per ritornare a questa guida)

image

 

Cliccate sul tasto Esplora e selezionate l’unità DVD dove avete già inserito il DVD di Vista.

image

Alla comparsa di questa messagebox selezionate la cartella vuota creata all’inizio, nel’esempio è E:\DVD_VISTA, forse sul vostro pc sarà in C: o in D:

Ora Vista copier i quasi 2,5 GB del DVD dentro la cartella da voi selezionata.

In alternativa avreste potuto creare una cartella vuota, copiarci dentro l’intero DVD di Vista per conto vostro, quindi dare in pasto a vLite la cartella da voi riempita invece del DVD. Il risultato non cambia di una virgola.

Ora prendete il primo caffè, su un pc lentino occorrono anche 20 minuti, e il mio pc è lentissimo, come i nostri lettori san bene

image

Al termine della copia vi verrà chiesto di selezionare l’edizione di Vista che avete di certo legalmente acquistato.

NOTA BENE: a fine integrazione, il DVD che otterrete sarà in grado di installare SOLO ED ESCLUSIVAMENTE l’edizione da voi selezionata in questo momento. Se avete acquistato una Home Premium NON provate a selezionare ‘Ultimate’ perchè il DVD non vi potrà installare la Home Premium e il seriale in vostro possesso va bene solo per una specifica edizione.

image

Ora dalla scheda Operazioni da eseguire selezionate lo slipstreaming e ISO Bootable (Avviabile). Al massimo concedetevi il lusso dell’installazione non assistita, ovvero del tutto automatizzato, ma solo se sapete cosa vuol dire. Per nessuna ragione inserite tweak o rimuovete dei componenti prima dell’esecuzione dello slipstream, non fatelo, pena: il DVD risultante non si installerà.

Come vedrete la scheda Slipstream è ora abilitata.

Ci clicchiamo su e premiamo il tasto seleziona dentro questa.  ci viene chiesto di identificare il malloppone, ovvero il file unico da 544 MB che contiene il Service Pack 1 (il file si chiama Windows6.0-KB936330-X86-wave1.exe, ma se lo avete rinominato non muore nessuno). A questo punto vLite inizierà la fase di integrazione e per un po’ non vi chiederà nulla.

image

Prendete un secondo caffè.

Anche se vLite non da nessun aiuto visivo non si è di certo bloccato. Abbiate fede e lasciatelo lavorare. gli autori di vLite hanno già espresso il loro desiderio di inserire barre di progressione o cose simili nella prossima versione di vLite, anche perchè io ora sto lavorando con una R.C. (ovvero Release Candidate,  che potrebbe essere definitiva, ma non è detto)

image

Veniamo avvisati difatti che la cosa potrebbe anche durare 90 minuti. Ci consiglia vLite anche di disabilitare la protezione residente del nostro antivirus. Vedete voi se farlo o meno, la mia idea è scollegatevi da internet e chiudete l’antivirus. In questo modo si evita che ogni file mosso, creato, modificato, od altro (dipende dal vostro antivirus) venga scansionato prima di permetterne l’utilizzo. Potte immaginare che questo rallenti la cosa, dato che stiamo parlando di 544 MB di file compressi

Quando vi dirà Sto salvando le modifiche sarete vicini alla meta. Beh, altri 10 minuti insomma. Poi arriverà finalmente questo momento:

image

Finalmente Avanti, ora che è cliccabile.

Se avete scelto di farlo, inserite le informazioni di preinstallazione, seriale, utente, password admin, E SOPRATTUTTO la configurazione ‘Regionale’, ovvero fuso orario, formato date e numeri, etc.. A questo punto sarà necessario scegliere di Applicare i cambiamenti, cliccando sul pulsante Applica, dopo di che dovrete sceglire se fare un rebuild di vista solo per la versione scelta, ed è meglio che sia così, o per tutte. Quindi procedete.

In questo caso e solo in questo caso, otterrete qualcosa simile a questo

image

E quel qualcos vi richiederà altri 5 minuti (e un altro caffè?)

Al termine, oppure siete finiti diretti qui se non avete scelto di inserire le info di preinstallazione, è ora di creare la iso, oppure di masterizzare. Come vedete, io preferisco creare un iso, così la verificherò su macchina virtuale.

image

Questa fase dura pochi secondi persino sul mio vecchio rottame…. Al termine, il pulsante Finito sarà abilitato e possiamo festeggiare

Fase 2 – Virtualizziamo la ISO

Questo sarà oggetto del post di domani !

FAQ: Domande frequenti

1. Io ho un computer della hp con vista preinstallato, poi ho masterizzato i dischi per formattarlo e reinstallare vista. Non posso ricavare da essi la versione originale di vista per poi poterci integrare il service pack 1 ?

No, non è possibile. Aggiungo che se avete portatili prepartizionati non potete in genere neppure creare una terza partizione per l’altro Vista. E comunque vi servirebbe un sistema operativo pagato non come oem, perchè il vostro dvd di ripristino NON consente di installare Vista. Spiacenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...